Gruppi di acquisto. Istruzioni per l’uso

Al giorno d’oggi si sente sempre più spesso parlare di gruppi di acquisto, GA e GAS, gruppi di acquisto solidale, ma forse il potenziale di questa modalità di vendita e acquisto non è ancora così condiviso come si potrebbe pensare.
Io ho avuto le prime esperienze di acquisti in gruppo quattro anni fa, di articoli per l’infanzia, come giocattoli, scarpe o accessori per le mie bambine. Qual è invece la tua esperienza sul tema? Che tu sia un veterano dei GA o che sia ricorso al caro Google per capire di cosa ti sto parlando, se prosegui la lettura fino in fondo potrai di certo soddisfare la tua curiosità.

Che tu ci creda o no, i gruppi di acquisto esistono da più di 20 anni. Sei ancora convinto che si tratti di una novità legata all’e-commerce? Non è proprio così… i GAS, gruppi di acquisto solidale, sono nati da un approccio critico al consumo, che tiene in considerazione ideali di equità, solidarietà e sostenibilità. Si trattava semplicemente di famiglie che acquistavano in gruppo grandi quantitativi di prodotti da agricoltori e allevatori locali.

GAS

Dopo 25 anni cosa è cambiato? Potremmo dire tutto e niente! Da un lato infatti i GAS si sono moltiplicati per arrivare ad una stima di “quasi 2,7 milioni di persone che fanno la spesa con questo sistema in modo regolare” (secondo una ricerca Coldiretti del 2012). Dall’altro lato Internet, e l’e-commerce in particolare, ha favorito l’evolversi di questa pratica, svincolandola dal solo principio di solidarietà e prediligendo l’aspetto del risparmio economico.

Ma quindi, in sostanza, cos’è un GA? Ora cerco di spiegartelo in poche parole. Un gruppo d’acquisto è un insieme di consumatori che compra un determinato prodotto direttamente dal produttore o da un rivenditore. In alcuni casi la proposta di acquisto viene organizzata dal gruppo stesso, mentre altre volte si tratta di un’offerta da parte del venditore.

E il vantaggio per i consumatori qual è? Sicuramente c’è un risparmio economico significativo. Ordinando al produttore un quantitativo elevato di merce, si può ottenere infatti un miglior prezzo, consentendo così al cliente finale di pagare solitamente il 10/15% in meno rispetto al normale prezzo di vendita.

gruppo di acquisto

Come si partecipa a un GA? Semplicissimo! Nel caso in cui il gruppo di acquisto sia promosso da un’associazione ti basterà contattarla per conoscere il regolamento e le procedure da seguire. Se invece l’iniziativa è proposta da un negozio o un rivenditore, certamente sarà stata loro cura pubblicare moduli di adesione da compilare.

E in ultimo, quanto tempo occorre per ricevere la merce? Anche in questo caso la risposta è facile e dipende dai prodotti che hai acquistato. Se si tratta di generi alimentari forniti da aziende agricole probabilmente questi saranno in pronta consegna. Se invece sono prodotti differenti, i tempi di consegna si allungano e sono legati alla disponibilità della merce presso il magazzino del fornitore. A mio parere però il risparmio economico può tranquillamente compensare l’attesa!

Adesso sai in cosa consiste un GA e ne conosci i vantaggi. Ti senti pronto per il tuo primo acquisto in gruppo? Contiamo di leggere il racconto della tua esperienza nei commenti!

Se questo articolo ti è piaciuto ti invito a condividerlo e ad iscriverti alla Newsletter per rimanere sempre aggiornato sui nuovi post e sulle attività di Dreamndrum. Se invece sei più un tipo da social, mi trovi su Facebook, Instagram e Twitter.

Lascia un commento

Chiudi il menu
×

Carrello